EST SINE DIE | Marte
20344
product-template-default,single,single-product,postid-20344,theme-bridge,woocommerce,woocommerce-page,woocommerce-no-js,wp-featherlight-captions,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,columns-4,qode-theme-ver-1.0,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.2,vc_responsive

Marte

Urna per ceneri di cremazione realizzata in cartone alveolare certificato FSC.
Progettata e realizzata in Italia in modo artigianale.
Ogni pezzo è simile ma mai identico all’altro perchè realizzato a mano.


completa di:

sacchetto con semi di albero
cartellino descrittivo della divinità Marte

La versione dell’URNA DA AFFIDO può essere:
con portafoto in alluminio che comprende la targa per incisione ed estrattore portafoto.
con mosaico, i cui intarsi sono realizzati con tessere e frammenti di marmo e pietre naturali.
con piastra in ceramica con il particolare della zampetta in rilievo.

La versione dell’URNA DA DISPERSIONE ha la finitura della parte superiore liscia o incavata con la sagoma di zampette, cuori, albero o altra personalizzazione incisa nel cartone. Comprende il sacchetto per le ceneri biodegradabile.


Colori

NERO – NERO/AVANA – AVANA/NERO – AVANA – BIANCO/AVANA – BIANCO


Portafoto Disponibile in colore: bianco nero dorato e alluminio


Dimensioni Urna Media

H = cm 24 – L = cm 16 – P = cm 16 – Capacità lt 2,8

Portafoto Medio

H = cm 11 – L = cm 11

Dimensioni Urna Piccola

H = cm 20 – L = cm 12 – P = cm 12 – Capacità lt 1

Portafoto Piccolo

H = cm 8 – L = cm 8


Curiosità

Una delle più antiche divinità romane. Simbolo del valore militare, protettore dei soldati in battaglia e padre addirittura del fondatore di Roma, Romolo.
Le cerimonie in suo onore, esaltavano la forza e il coraggio dell’uomo: è stato spesso raffigurato su un carro trainato da due cavalli imbizzarriti con indosso l’elmo, la spada e lo scudo. Era protettore dei lavori agricoli e dell’intero anno, che anticamente iniziava proprio col mese di marzo.
Fra gli animali a lui sacri troviamo cavalli, galli, picchi verdi e lupi; fu proprio una lupa ad allattare Romolo e Remo, figli di Marte.

Iscriviti alla newsletter di EST SINE DIE!
subscribe to EST SINE DIE newsletter!