EST SINE DIE | Cerere
20342
product-template-default,single,single-product,postid-20342,theme-bridge,woocommerce,woocommerce-page,woocommerce-no-js,wp-featherlight-captions,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,columns-4,qode-theme-ver-1.0,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.2,vc_responsive

Cerere

Urna per ceneri di cremazione realizzata in cartone alveolare certificato FSC.
Progettata e realizzata in Italia in modo artigianale.
Ogni pezzo è simile ma mai identico all’altro perchè realizzato a mano.


completa di:

sacchetto con semi di albero
cartellino descrittivo della divinità Cerere

La versione dell’URNA DA AFFIDO può essere:
con portafoto in alluminio che comprende la targa per incisione ed estrattore portafoto.
con mosaico, i cui intarsi sono realizzati con tessere e frammenti di marmo e pietre naturali.
con piastra in ceramica con il particolare della zampetta in rilievo.

La versione dell’URNA DA DISPERSIONE ha la finitura della parte superiore liscia o incavata con la sagoma di zampette, cuori, albero o altra personalizzazione incisa nel cartone. Comprende il sacchetto per le ceneri biodegradabile.


Colori

NERO – NERO/AVANA – AVANA/NERO – AVANA – BIANCO/AVANA – BIANCO


Portafoto Disponibile in colore: bianco nero dorato e alluminio


Dimensioni Urna Media

H = cm 24 – Ø = cm 16 – Capacità lt 2,3

Portafoto Medio

H = cm 8 – L = cm 8

Dimensioni Urna Piccola

H = cm 20 – Ø = cm 12 – Capacità lt 1


Curiosità

Dea della vegetazione e della fecondità dei campi. Una divinità materna della terra e della fertilità. Tutti  i fiori, la frutta e gli esseri viventi  erano ritenuti suoi doni, tant’è che si pensava avesse insegnato agli  uomini  la coltivazione dei campi.

Veniva rappresentata come una matrona severa e maestosa, nonché bella e affabile, con una corona di spighe sul capo, una fiaccola in una mano e un canestro ricolmo di grano e di frutta nell’altra.  Nell’antica Roma si celebravano le “Cerealia” in suo onore, durante le quali venivano offerti frutta e miele.

Cerere è legata anche al mondo dei morti. Una fossa,  veniva aperta soltanto  tre giorni all’anno.  In questi giorni non si attaccava battaglia con il nemico, non si arruolava l’esercito e non si tenevano i comizi.  Ogni attività pubblica veniva sospesa in segno di rispetto perché l’apertura della fossa metteva idealmente in comunicazione il mondo dei vivi con quello dei morti.

Iscriviti alla newsletter di EST SINE DIE!
subscribe to EST SINE DIE newsletter!