EST SINE DIE | Cardea
18078
product-template-default,single,single-product,postid-18078,theme-bridge,woocommerce,woocommerce-page,woocommerce-no-js,wp-featherlight-captions,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,columns-4,qode-theme-ver-1.0,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.2,vc_responsive

Cardea

Urna per ceneri di cremazione realizzata in cartone alveolare certificato FSC.
Progettata e realizzata in Italia in modo artigianale.
Ogni pezzo è simile ma mai identico all’altro perchè realizzato a mano.


completa di:

sacchetto con semi di albero
cartellino descrittivo della divinità Cardea

La versione dell’URNA DA AFFIDO può essere:
con portafoto in alluminio che comprende la targa per incisione ed estrattore portafoto.
con mosaico, i cui intarsi sono realizzati con tessere e frammenti di marmo e pietre naturali.
con piastra in ceramica con il particolare della zampetta in rilievo.

La versione dell’URNA DA DISPERSIONE ha la finitura della parte superiore liscia o incavata con la sagoma di zampette, cuori, albero o altra personalizzazione incisa nel cartone. Comprende il sacchetto per le ceneri biodegradabile.


Colori

NERO – NERO/AVANA – AVANA/NERO – AVANA – BIANCO/AVANA – BIANCO


Portafoto Disponibile in colore: bianco nero dorato e alluminio


Dimensioni Urna Media

H = cm 24 – L = cm 16 – P = cm 16 – Capacità lt 2,7

Portafoto Medio

H = cm 8 – L = cm 8

Dimensioni Urna Piccola

H = cm 20 – L = cm 12 – P = cm 12 – Capacità lt 1


Curiosità

Sposa di Giano, fu la Dea della salute, delle maniglie e dei cardini. A Lei era consacrato il Cardo, la prima via tracciata nelle città romane basate su uno schema urbanistico ortogonale. Per questo la Dea rappresentava il cardine della vita.

Cardea era considerata la protettrice dei bambini dai vampiri e dalle streghe ed era la benefattrice degli artigiani: si narra che grazie ai suoi poteri impedì alle Arpie di rapire Proco, il nonno di Romolo. Maschere, palline e figurine erano appese agli usci o agli alberi, per favorire la crescita del grano, in sua riverenza.
Era la Dea che chiudeva l’anno nuovo ed apriva l’anno vecchio. La Dea del principio e della fine, della nascita e della morte. A Cardea erano consacrati  il biancospino ed il corbezzolo entrambi dai fiori candidi.

Iscriviti alla newsletter di EST SINE DIE!
subscribe to EST SINE DIE newsletter!